Ciao!

Qui puoi trovare tutti i consigli di lettura che abbiamo dato nel 2022 nella nostra TLONLETTER, la newsletter gratuita che inviamo ogni domenica (e a cui puoi iscriverti qui).

Qui puoi trovare un’altra pagina piena di consigli di lettura.

 

CONSIGLI 2022

John Berger, Questione di sguardi, Il Saggiatore – lo trovi qui
Piccolo classico degli anni ’70 che cerca di mostrare come l’atto del vedere determini il nostro posto nel mondo. In particolare, mette in evidenza come arte visiva e pubblicità parlino prima di tutto di rapporti di potere e siano più simili di quanto si creda. 

ZUZU, Giorni felici, Coconino Press
Come vivere quando ci si sente senza controllo, quando si ha una natura diosiniaca fatta di zanne per mordere e ali per volare? Zuzu lo racconta attraverso la storia di Claudia, con disegni semplici e potenti e un percorso narrativo veramente originale.

Martina Cera, Le mappe raccontano il mondo, Cairo Editore  – lo trovi qui
Ricostruisce la storia della cartografia portando chi legge nel Mediterraneo dell’età classica, alla scoperta dell’America e delle Indie, tra i ghiacci e sulle orme delle grandi esploratrici. Il libro è pieno di illustrazioni fantastiche che provocano meraviglia e spingono a chiedersi: Cos’è una mappa? Chi sceglie cosa rappresentare e cosa escludere? 

Ryszard Kapuściński, In viaggio con Erodoto, Feltrinelli
Lo scrittore polacco racconta i suoi viaggi tra l’India e la Cina e il punto di riferimento che ebbe in quelle spedizioni in paesi di cui non conosceva niente: i testi di Erodoto, il primo reporter della storia. Un viaggio nel viaggio, tra il bisogno di conoscere e l’urgenza di raccontare, con la consapevolezza che ogni cronaca è sempre una rinarrazione. 

Rossella Ghigi e Roberta Sassatelli, Corpo, genere e società, Il Mulino 
Un saggio prezioso che permette di osservare le dinamiche che legano i nostri corpi alla società in cui viviamo, quindi al genere come costruzione culturale.

Jon Ronson, Psicopatici al potere, Codice
un viaggio nel cuore oscuro dell’ambizione, lo abbiamo consigliato all’uscita della serie TV Inventing Anna, perché la storia di Anna Sorokin – truffatrice dell’altissima società di New York – ce l’ha ricordato moltissimo. Ronson è un giornalista particolarmente affascinato da tutto ciò che esce dalla norma, e qui si occupa di psicopatia e della difficoltà di stabilire un confine tra carattere e patologia.

Delphine De Vigan, Tutto per i bambini, Einaudi
Racconta la storia di una donna francese, Mélanie, che gestisce un famosissimo canale youtube nel quale i suoi due figli, Sam (8 anni) e Kim (6 anni) scartano regali e inventano scenette divertenti. Un giorno Kim scompare, e questo apre una crepa nell’apparente idillio familiare. Un bel romanzo che non può non suscitare domande sulla società in cui viviamo e sulla vetrinizzazione a cui ci sottoponiamo, con conseguenze negative che spesso non vogliamo osservare.

 

NEWSLETTER SPECIALE SULLA SITUAZIONE BELLICA
All’inizio di marzo abbiamo mandato una newsletter con consigli sulla situazione Russia-Ucraina.

        • Daphne Caruana Galizia, Dì la verità anche se la tua voce trema, Bompiani. Giornalismo d’inchiesta sui rapporti tra oligarchi russi, Malta e Londra. C’entrano anche in questo caso gas, soldi e passaporti europei. Daphne Caruana Galizia è stata uccisa il 16 ottobre 2017.
        • Nicola Biondo e Matteo Canestrari, Supernova, Ponte alle Grazie. Si descrivono le posizioni filo-putiniane espresse negli anni da alcuni esponenti del M5S.
        • Matteo Pucciarelli, Anatomia di un populista. La vera storia di Matteo Salvini, Feltrinelli
        • Paolo Berizzi, Nazi Italia, Baldini e Castoldi
        • Giovanni Tizian e Stefano Vergine, Il Libro nero della Lega, Laterza
        • Peter Pomerantsev, Niente è vero, tutto è possibile, minimum fax – lo trovi qui
        • Peter Pomerantsev, Questa non è propaganda, Bompiani – lo trovi qui
        • Gary Lachman, La stella nera, Tlon – lo trovi qui
        • Gary Lachman, The return of the Holy Russia: Apocalyptic History, Mystical Awakening, and the Struggle for the Soul of the World, Inner Traditions
        • Mattia Bagnoli, Modello Putin, People
        • Anna Politkovskaya, Cecenia, Fandango
        • Anna Politkovskaya, La russia di Putin, Adelphi – lo trovi qui
        • Serhij Zadan, La strada del Donbass, Voland
        • Serhij Zadan, Mesopotamia, Voland
        • Giorgio Cella, Storia e geopolitica della crisi ucraina, Carocci
        • Masha Gessen, Il futuro è storia, Sellerio
        • Erika Fatlandl, La frontiera, Marsilio
        • Erika Fatlandl, Sovietistan, Marsilio
        • Anne Applebaum, La grande carestia, Mondadori

Paolo Nori, Sanguina ancora. L’incredibile vita di Fëdor M. Dostojevskij, Mondadori
Abbiamo consigliato il  il bellissimo romanzo-saggio di Nori, finalista al Campiello 2021, dopo la vicenda che lo ha coinvolto qualche mese fa, impedendogli di tenere un percorso su Dostoevskij in una università per “evitare ogni forma di polemica soprattutto interna”.
Questo libro è un viaggio avvincente nella cultura russa attraverso la biografia del suo maggior esponente. 

Antonella Viola, Il sesso è (quasi) tutto, Feltrinelli
Il saggio descrive il modo in cui la medicina ha replicato i bias e il binarismo di genere, e come al contrario biologia e genetica oggi mostrino sempre di più che nell’essere umano ci sono moltissime variabili che per troppo tempo sono state considerate sbagliate e anormali. 

Laurent de Sutter, Per farla finita con se stessi. Antimanuale di crescita personale, Edizioni Tlon – lo trovi qui
Prenditi cura di te! Migliorati! Accetta te stesso! Questi imperativi gravano costantemente su ognuno di noi. Dai manuali di crescita personale ai documenti di identità, dalla vita sociale alle relazioni intime, siamo costantemente chiamati a essere noi stessi. Ma da dove viene questa ossessione di essere qualcuno? E soprattutto: cosa ci rivela sull’ordine del mondo in cui viviamo?
Diventare padroni di se stessi significa assoggettarsi alla «polizia dell’essere» che delimita e sorveglia il nostro posto nel mondo. Tracciando un percorso storico e filosofico intorno alle idee di «sé», «soggetto» e «persona», Laurent de Sutter decostruisce la grande illusione che chiamiamo «io» attraverso una riflessione provocatoria e liberatrice. 

Elena Ferrante, La figlia oscura, Edizioni E/O
Racconta i lati oscuri della maternità – la frustrazione, la perdita di sé, il desiderio di scappare – attraverso la storia di una professoressa di letteratura inglese che va in villeggiatura quando le figlie sono ormai grandi, ma che attraverso una giovane madre ricorda la propria esperienza.
Ferrante racconta qualcosa che ancora oggi troppe persone giudicano e non capiscono, ma che fa parte delle emozioni di moltissime donne.

Simone Regazzoni, Oceano, Ponte alle Grazie – lo trovi qui
Scopo del saggio è descrivere (e per certi versi generare) una nuova filosofia della natura che guardi a ciò che, agli albori del pensiero, venne chiamato Okeanós: il flusso primordiale da cui tutto ha origine e che tutto avvolge, come un enorme grembo. Un libro per reimparare ad abitare il Pianeta Terra (o, per meglio dire, il Pianeta Oceano), e che naviga come sempre in Regazzoni tra uno stile da romanzo e una chirurgia da saggio. 

Andrea Marcolongo, De Arte Gymnastica, Laterza 
L’autrice de La lingua geniale affronta il tema della corsa, e lo fa alla greca: ne ripercorre la filosofia e il senso profondo. “Quando corro non mi lascio vivere: io vivo. Lo sento con una precisione e con una concretezza che prima di mettermi a correre mi erano del tutto ignote, e precluse anche dalla più sublime delle attività intellettuali. Di fatto, per me correre è il migliore antidoto contro la paura di morire. È l’attestazione concreta, la carta bollata che dimostra che, anche oggi, e perlomeno fino a domani, sono in salute; sono in vita”. 

Ann Marks, Vita di Vivian Maier. La storia sconosciuta di una donna libera, UTET
Nata a New York, ma di origini francesi, Maier ha lavorato come bambinaia per tutta la vita, coltivando in segreto una straordinaria vocazione per la fotografia di strada. Pochi anni fa i suoi rullini sono stati ritrovati per caso nel corso di un’asta pubblica, rendendo i suoi scatti famosi in tutto il mondo. Ann Marks ha condotto per sette anni una ricerca genealogica incredibile per ricostruire la storia familiare di Maier e rispondere alla domanda a cui in questi anni tantissime persone non hanno trovato risposta: “Perché Vivian Maier ha nascosto il suo talento straordinario?”

Sarah Jaffe, Il lavoro non ti ama, Minimum Fax – lo trovi qui
Abbiamo consigliato questo libro insieme al podcast omonimo uscito per Siamomine. Parla della narrazione insana legata al lavoro, offre moltissimi dati a sostegno e aiuta a decostruire una serie di idee che potresti non sapere di aver assorbito.

LIBRI CONSIGLIATI PER L’ESTATE
Nell’ultima newsletter prima della pausa estiva abbiamo condiviso la lista dei libri che avremmo voluto leggere nella pausa (ovviamente spropositata).

  • Eric Hobsbawm, Il trionfo della borghesia (1848-1875), Laterza
  • Matilde Manzoni, a cura di Cesare Garboli, Journal, Adelphi (fuori catalogo)
  • Marcel Proust, La parte di Guermantes (Recherche, volume 3), traduzione di Giovanni Raboni, Mondadori
  • Marion Zimmer Bradley, La signora di Avalon, HarperCollins
  • Paul Broks, Scura la notte, luminose le stelle, Atlantide – lo trovi qui
  • Catrina Davies, Mal di casa. Perché vivo in un capanno, Atlantide
  • Satoshi Yahisawa, I miei giorni alla libreria Morisaki, Feltrinelli
  • Kazuo Ishiguro, Il gigante sepolto, Einaudi
  • Jacques Le Goff, Il tempo continuo della storia, Laterza
  • Gillian Flynn, L’amore bugiardo, BUR
  • Ruter Bregman, Una nuova storia (non cinica) dell’umanità
  • Patricia MacCormack, The Ahuman Manifesto
  • Martin Heidegger, La questione della tecnica
  • Murakami Haruki, La fine del mondo e il paese delle meraviglie
  • Mark Fisher, The Weird and the Eerie
  • AAVV, Adbusters: Ironia e distopia dell’attivismo visuale 
  • Clelia Marighetti e Giuseppe Riva, Psicologia di Instagram
  • Sofian Audry, Art in the Age of Machine Learning
  • Nicholas Thoburn, Deleuze, Marx and Politics
  • Silvia Federici, Salario contro il lavoro domestico

Maisy Card, Fantasmi di famiglia, Edizioni Tlon – lo trovi qui
È una storia ambientata tra la Giamaica, il Regno Unito e gli Stati Uniti, in cui si parla di rastafariani, colonialismo, razzismo endemico e i fantasmi di tre generazioni di una famiglia disfunzionale. Tutto parte da un uomo che, per un caso fortuito, viene dato per morto e prende l’identità di un altro.

Simone Zacchini, La Filosofia di De André, Il Nuovo Melangolo
saggio agile e lucido che affronta i temi cardinali dell’opera di Faber “per prenderne coraggiosamente congedo, tracciando un nuovo ritorno al mito, un nuovo universo di senso, una riscrittura completa di significati ancestrali”. Zacchini è bravo a mostrare quanto De André sia stato un maestro nello scardinamento dell’ovvio, nell’accompagnare a guardare con sguardo vivo e appassionato le cose ordinarie, generando squarci nell’invisibile.

Beppe Fenoglio, La malora, Einaudi
Racconta le vicende di Agostino, contadino delle langhe che viene mandato a lavorare sotto padrone ma vorrebbe solo tornare a vivere in casa della madre. Un racconto lungo scritto con esattezza, densissimo di immagini, che riesce a mostrarci la vita vista da un giovane con poche possibilità.

Alessandro Baricco, La via della narrazione, Feltrinelli
Lo stile apodittico e le pagine in gran parte bianche inquadrano un testo, in questo libretto – meglio che in altri ugualmente brevi dell’autore – rappresentano più una preghiera della scrittura che una sorta TedTalk, sebbene si legga appunto in una ventina di minuti. Per sondare il fondo oscuro da cui sgorga la letteratura, e farla finalmente finita con la dittatura didascalica del viaggio dell’eroe. 

Elvira Seminara, Leonora Carrington, Giulio Perrone Editore 
Inserito nella collana Mosche d’Oro, dedicata a figure poco ricordate dell’arte e della narrativa. Si tratta di libri brevi ma sempre interessanti, e questo in particolare racconta storia e poetica di una pittrice e scrittrice originalissima, sia per la vita che ha avuto sia per il suo sguardo sul mondo. Vi basti sapere che fu lei la maestra di tarocchi di Alejandro Jodorowsky. Dopo aver letto questo libro vorrete leggere tutte le sue opere, e durante la lettura non potrete fare a meno di cercare le sue foto con Max Ernst e Frida Kahlo.

Byung-Chul Han, Perché oggi non è possibile una rivoluzione. Saggi brevi e interviste, Nottetempo – lo trovi qui
Andrea ha scritto un pezzo per Domani a partire da questo testo, in cui ha esplorato le ragioni per le quali Han è così tanto amato (e odiato) in Italia, e cita un paio di aneddoti molto gustosi dal nostro incontro con Han a Roma. Lo trovi qui.

Mauro Boarelli, Contro l’ideologia del Merito, Laterza
Sul fatto che sia stata aggiunta la parola “Merito” al “Ministero dell’Istruzione” si è discusso molto (noi ne abbiamo scritto criticamente qui). C’è un ottimo libro sul tema della distorsione operata sul concetto di merito e sull’orrore della meritocrazia che consigliamo: è Contro l’ideologia del Merito, di Mauro Boarelli. Spiega Boarelli che l’uso distorto del concetto di merito ha inizio alla fine degli anni Cinquanta, quando alcuni economisti statunitensi, provenienti in prevalenza da quella che più tardi sarà conosciuta come «scuola di Chicago», elaborano la teoria del «capitale umano», ossia il primo tentativo di ricondurre tutte le azioni umane e le loro conseguenze ad una chiave di lettura economica. Un campo fondamentale per la sperimentazione della nuova teoria fu quello della scuola, che diede origine a un nuovo settore di studi denominato «economia dell’educazione». L’idea centrale è che i risultati scolastici debbano essere misurati in termini di guadagno personale, riducendo in tal modo la funzione sociale dell’educazione. È pubblicato da Laterza e alcuni temi sono stati messi a fuoco in occasione di un dibattito con Alessandro Leogrande.

Gian Marco Griffi, Ferrovie del Messico, Laurana 
Un romanzo enciclopedico fuori dai canoni, ottocento pagine incredibili ambientate tra Asti e le immaginifiche Ferrovie messicane, storia di un’evasione mentale tragicomica in pieno periodo fascista. Al centro, le vicende di Francesco “Cesco” Magetti, membro della Guardia nazionale repubblicana ferroviaria di Asti, incaricato di disegnare una mappa delle ferrovie del Messico. Parodia paradossale, Griffi è riuscito in un’impresa a dir poco ardua: creare un Don Chisciotte corale Novecentesco. Siamo esploratori delle possibilità: un angelo nel corpo di una vecchia, un sasso che spezza un dente, una mappa ferroviaria, una città irreale; ogni eventualità, vera o fantastica, crea un’apertura nella quale risiede il gheriglio della verità. E così il regno dei morti è un bagno pubblico o uno sgabuzzino che è soltanto uno sgabuzzino vuoto, e tu sei, nell’attimo stesso in cui agisci o non agisci, artefice di tutto ciò che accade ovunque sulla terra e vittima di tutto ciò che ogni altro essere umano lascia che accada o si adopera per fare accadere. Ogni smorfia sul volto di un altro essere umano compie il giro del mondo e lo cambia per sempre, irrimediabilmente.

Sally Rooney, Persone Normali, Einaudi – lo trovi qui
Romanzo del 2018 dal grandissimo successo internazionale e da cui è stata tratta una serie tv. Se fai parte di quelle persone che non amano leggere i bestseller quando li stanno leggendo tutti e che quindi ha evitato questo romanzo, potrebbe essere il momento giusto per leggerlo. Racconta la storia di Marianne e Connell, che hanno una relazione segreta al liceo e che nel corso degli anni vedono mutare costantemente il loro rapporto. Rooney racconta in modo tenero e spietato come i rapporti di forza sociali possano cambiare, e come le soggettività umane siano tutt’altro che statiche. 

LEZIONI DI MERAVIGLIA CON MURUBUTU
Dopo l’incontro al Teatro Carcano con Murubutu, abbiamo condiviso i riferimenti bibliografici delle sue canzoni.
Li lasciamo anche qui:

          • La stella e il marinaio
            Riferimento bibliografico: P. Neruda, “Due amanti felici”
          • La bella creola
            Riferimento bibliografico: M. Bonnefoy, “Il meraviglioso viaggio di Octavio”
          • Martino e il ciliegio
            Riferimento bibliografico: P. Gallinari, “Un contadino nella metropoli”
          • Markus ed Ewa
            Riferimento bibliografico: Alessandra de Gaetano, “Bernauer Straße. Al di là del Muro, verso la libertà”
          • La vita dopo la notte
            Riferimento bibliografico: K. Haruf, “Le nostre anime di notte”
          • Ulisse
            Riferimento bibliografico: D. Alighieri, “Divina Commedia”, “Inferno” XXVI canto
          • Storia di Laura
            Riferimento bibliografico: C. Pavese, “La luna e i falò”
          • Grecale
            Riferimento bibliografico: M. Marcantoni, “I ciechi non sognano il buio”
          • Daimon
            Riferimento bibliografico: Platone, “Repubblica”, Libro X
          • I marinai tornano tardi
            Riferimento bibliografico: C. Salvago Raggi, “Incontro a Bordighera”

 

Gian Arturo Ferrari, Storia confidenziale dell’editoria italiana, Marsilio
Racconta in modo ironico e leggero, ma molto puntuale, episodi pubblici e privati dell’ultimo secolo di industria editoriale. Un libro piacevolissimo, pieno di aneddoti, curiosità e riflessioni su un mestiere che viene raccontato con un po’ di cinismo e moltissima passione, nonostante tutto.

 

Eccoci arrivati alla fine di questa ricapitolazione! Consiglia pure questo articolo a chi vuoi e, nel caso non l’avessi ancora fatto, iscriviti gratuitamente alla Tlonletter qui.