ANDREA COLAMEDICI e MAURA GANCITANO – Scuola di filosofia e immaginazione [Roma e Online]

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 11/01/2017 - 02/04/2017
7:30 pm - 9:30 pm

Luogo
Libreria Tlon

Categorie


bosch_utopia

Perché filosofia e immaginazione

Il boom della crescita personale e della spiritualità post new age è la risposta al grande bisogno di senso da parte del pubblico. È un’offerta spesso scadente, banale, bigotta e volgare, che ha però il merito di ricordarci la nostra fame d’ignoto: stiamo esplorando l’Universo a bordo del nostro pianeta e l’unico modo per costruirci una mappa da bravi malandrini spaziali è fare filosofia.
Ascoltando le storie di undici grandi ricercatori del ‘900 (più Nietzsche) sarà chiaro che la sfida è molto più interessante, il viaggio molto più lungo e le domande molto più grandi e potenti di quel che siamo soliti pensare.

I fili che intrecceranno gli incontri saranno la filosofia e l’immaginazione. Ogni appuntamento è dedicato a uno scrittore, una ricercatrice, un poeta: in altre parole, a uno di quegli esseri umani che ha dedicato la propria vita a piantare punti interrogativi in quelle terre interiori che insieme cercheremo d’innaffiare.

Racconteremo la visione di questi uomini e di queste donne attraverso le loro storie: un viaggio di filosofia della narrazione e di narrazione della filosofia.

È possibile seguire gli incontri singolarmente o prenotare l’intero ciclo, fisicamente o online (attraverso la registrazione in alta definizione il giorno seguente all’evento, e che resterà disponibile per una settimana).

GLI INCONTRI

5 ottobre J. L. Borges

«Sono cieco e ignorante, ma intuisco che sono molte le strade».

Qui trovi il racconto “Tlon, Uqbar, Orbis Tertius” di Jorge Luis Borges.

19 ottobre Carlos Castaneda

«Ci sono molti modi di tendere agguati a se stesso. Se non vuoi usare l’idea della tua morte, usa le poesie che mi hai letto».

2 novembre Friedrich Nietzsche

«Io vi insegno l’oltreuomo. L’uomo è qualcosa che deve essere superato. Che avete fatto per superarlo? Tutti gli esseri hanno creato qualcosa al di sopra di sé e voi volete essere il riflusso in questa grande marea e retrocedere alla bestia piuttosto che superare l’uomo? Che cos’è per l’uomo la scimmia? Un ghigno o una vergogna dolorosa. E questo appunto ha da essere l’uomo per l’ oltreuomo: un ghigno o una dolorosa vergogna».

16 novembre Carl Jung

«Alla resa dei conti il fattore decisivo è sempre la coscienza, che è capace di intendere le manifestazioni dell’inconscio e di prendere posizione di fronte ad esse».

30 novembre Emil Cioran

«Io credo che un libro debba essere davvero una ferita, che debba cambiare in qualche modo la vita del lettore. Il mio intento, quando scrivo un libro, è di svegliare qualcuno, di fustigarlo. Poiché i libri che ho scritto sono nati dai miei malesseri, per non dire dalle mie sofferenze, è proprio questo che devono trasmettere in qualche maniera al lettore. No, non mi piacciono i libri che si leggono come si legge un giornale: un libro deve sconvolgere tutto, rimettere tutto in discussione».

14 dicembre Edith Stein 

«Spiritualità personale significa vigilanza e apertura. Non solo io sono, non solo vivo, ma sono consapevole del mio essere e del mio vivere. E tutto in un unico atto».

11 gennaio Hannah Arendt

«Tutti i termini filosofici sono metafore, analogie, per così dire congelate, il cui significato autentico si dischiude quando la parola sia riportata al contesto d’origine, certo presente in modo vivido e intenso alla mente del primo filosofo che la impiegò».

25 gennaio Alejandro Jodorowsky

«Posso affermare che la mia vita è in sintonia con i sogni più fantastici».

8 febbraio Michel Foucault

«Forse ai nostri giorni l’obiettivo non è quello di scoprire che cosa siamo, ma di rifiutare quello che siamo. Dobbiamo immaginare e costruire quello che potremmo essere».

22 febbraio Simone Weil

«Ho una specie di certezza interiore crescente che esiste in me un deposito d’oro da trasmettere… Non c’è nessuno per riceverlo. Questo non mi dà dolore. La miniera d’oro è inesauribile».

 

8 marzo Doris Lessing

«È dai falliti e dagli sconfitti di una civiltà che se ne possono meglio giudicare le debolezze».

22 marzo Philip K. Dick

«Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole».

GLI INSEGNANTI

13886509_1723369654590544_258293978660177867_n

ANDREA COLAMEDICI

Filosofo, editore, regista e attore teatrale. Insegnante di filosofia per bambini, ha tradotto testi di Alejandro Jodorowsky, E. J. Gold e Stanislav Grof. È l’ideatore di Tlön e l’autore con Maura Gancitano di Tu non sei dio – fenomenologia della spiritualità contemporanea e del racconto di filosofia per bambini Madda sulla Luna.

MAURA GANCITANO

È nata a Mazara del Vallo nel 1985. Ha pubblicato Malefica – trasformare la rabbia femminile (Edizioni TLON), Igiene e cosmesi naturali (Il Leone Verde 2013). Ha pubblicato racconti su antologie (Voi siete qui, minimum fax, 2007; Sizilien und Palermo, Wagenbach, 2008; Libro sui libri, Lupo, 2010) e una raccolta di poesie (I lacci bianchi, Armando Siciliano, 2007), ha scritto sceneggiature per lungometraggi (Tuttotorna, Cecchi Gori, 2006) e booktrailer (Il primo che sorride, Rai Educational, 2007).
Insieme ad Andrea Colamedici tiene in Italia e all’estero seminari di filosofia e ricerca interiore.

LUOGO E COSTI

La sede della scuola è nella Libreria Tlon, via Nansen 14, Roma.
Il costo di ogni incontro è di 15€, da saldare in libreria il giorno dell’evento (inizio alle ore 19.30) per chi parteciperà fisicamente o da versare via Paypal per chi seguirà la lezione o le lezioni online.

Il costo dell’intero ciclo è di 150€.

Per informazioni scrivere a info@tlon.it o telefonare al 338.45.32.399 (Nicola)

Bookings

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.