Consigli di Lettura per l’Estate 2018 a cura di Maura Gancitano

Cosa leggere durante la pausa estiva? Ecco alcuni consigli di lettura di Maura Gancitano (e, se non li hai ancora visti, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube trovi la serie di video sul Libro della Settimana):

Ecco le schede dei libri

Non stancarti di andare di Teresa Radice e Stefano Turconi (clicca qui)

Una graphic novel che racconta una duplice attesa: di un figlio che sta crescendo nella pancia di sua madre, e del padre che sta cercando a tutti i costi di tornare a casa, attraversando la Siria in guerra.

Chinamen di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte (clicca qui)

Il racconto sotto forma di fumetto del primo secolo della comunità cinese in Italia, della sua origine, delle difficoltà e dei personaggi di spicco che hanno cambiato il nostro Paese molto più di quanto pensiamo.

Oltre di Giorgia Cozza (clicca qui)

Un romanzo fantasy young adult che parte da un espediente letterario: dopo la vita esiste un’altra vita, simile a questa ma diversa, come uno stato intermedio. Si tratta di un mondo con poche risorse, in cui i potenti tengono i nuovi arrivati in condizioni di schiavitù. La protagonista cercherà di cambiare tutto questo.

Il giro del mondo in sei milioni di anni di Guido Barbujani e Andrea Brunelli (clicca qui)

Un testo divulgativo di genetica che spiega ciò che sappiamo a oggi sulle migrazioni dell’umanità, senza nascondere le incertezze e le lacune della scienza. Offre un nuovo punto di vista su vicende in genere raccontate dall’antropologia e dalla storia e numerosi consigli di lettura. Lo stile dei due autori è straordinariamente ironico e appassionante.

Trattato di anatomia emozionale di Virginia Caldarella e Andrea Pennisi (clicca qui)

Un libro da collezione, che inventa storie fantastiche su tutte le emozioni che nel linguaggio comune associamo a parti del corpo o a stati fisici.

Lui, Io, Noi di Giordano Meacci, Francesca Serafini e Dori Ghezzi (clicca qui)

Un racconto poetico dell’universo di Fabrizio De André da una prospettiva nuova e divergente: quella di Dori Ghezzi, che apre nuove porte per la comprensione di questo straordinario poeta, e quella di Meacci e Serafini, che rappresentano tutte le persone che negli ultimi cinquant’anni sono rimaste folgorate dal cantautore genovese.

Fake di Martina dell’Ombra (clicca qui)

Un romanzo satirico, rinarrazione della Divina Commedia, che a partire dal personaggio di Martina dell’Ombra descrive le ossessioni e gli aspetti ridicoli ed egocentrici della società attuale.

Homo Deus di Yuval Noah Harari (clicca qui)

Un testo capitale sulle nuove sfide che ci stiamo trovando e che ci troveremo ad affrontare nei prossimi anni, che affronta una serie infinita di discipline e cerca di non aderire ad alcun dogma.

Storia di Giulia, che aveva un’ombra da bambino di Christian Bruel e Anne Bozellec (clicca qui)

Un libro degli anni ’70 che ha ancora moltissimo da dire sui condizionamenti di genere, e lo fa con un testo poetico e illustrazioni delicatissime, ma che colpiscono in profondità.

Non lasciamoli soli di Francesco Viviano e Alessandra Ziniti (clicca qui)

Una raccolta di testimonianze sui lager libici e sul viaggio dei migranti, che non nasconde – ma anzi mette in evidenza – tutti gli aspetti bestiali e disumani di questa enorme emergenza umanitaria.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *