16 Dic

Un libro è un libro

di Maura Gancitano

faruffini-lettriceIntervenire o no nel dibattito che sta infiammando da alcuni giorni lettori e scrittori italiani, quello che riguarda la Top Ten dei libri dell’anno (di narrativa) pubblicata da La Lettura domenica scorsa? Personalmente, non mi andava di scrivere un articolo riassumendo le vicende e sostenendo una parte identica a quella di tante altre persone, senza aggiungere niente. Ma c’era qualcosa che mi ronzava in testa e che mi andava di dire in proposito.

La vicenda è questa (sarò breve): nell’inserto del Corriere della Sera figurano solo libri scritti da uomini, 10 su 10. Un po’ strano, eppure non tutti ci avevano fatto caso, e nello stesso inserto non se ne faceva cenno. E potrebbe anche essere plausibile una situazione del genere – cioè che per un anno i migliori libri pubblicati, sia italiani sia stranieri, siano scritti da uomini – se non fosse che quest’anno abbiamo avuto in tanti la fortuna di leggere libri meravigliosi scritti da donne. Libri tutt’altro che stucchevoli e sdolcinati, tra l’altro, libri che non potrebbero mai essere rintanati nello stretto scaffale della letteratura femminile. E allora come mai nessuno di questi, nessuno, figura nella lista? Read More